Finestre (Costantino…

28 Feb

Finestre (Costantino Kavafis)


In queste tenebrose camere, dove vivo
giorni grevi, di qua di là m’aggiro
per trovare finestre (sarà
scampo se una finestra s’apre). Ma
finestre non si trovano, o non so
trovarle. Meglio non trovarle forse.
Forse sarà la luce altra tortura.
Chi sa che cose nuove mostrerà


The Windows


In these darkened rooms, where I spend
oppresive days, I pace to and fro
to find the windows. — When a window
opens, it will be a consolation. —
But the windows cannot be found, or I cannot
find them. And maybe it is best that I do not find them.
Maybe the light will be a new tyranny.
Who knows what new things it will reveal.


^^


 















Annunci

34 Risposte to “Finestre (Costantino…”

  1. Maladoror febbraio 28, 2004 a 2:12 am #

    molto bella

  2. SpesUltimaDea febbraio 28, 2004 a 2:16 am #

    Il giorno è prepotente: per quanto spranghi finestre una lama di luce può sempre beffarti. Solo la notte si fa vincere, ma la fiaccola devi averla dentro…

  3. catamiao febbraio 28, 2004 a 2:18 am #

    cicabu posso linkarti? il tuo blog è veramente carino e per nulla piatto!!!! passami a trovare…ciao

  4. Fiordipesco febbraio 28, 2004 a 2:25 am #

    Mi piace…Ciao:-)Marina

  5. biancaneve febbraio 28, 2004 a 3:34 am #

    ciao dolcissima creatura della notte…un bacio tenero tenero…..

  6. caprettetibetane febbraio 28, 2004 a 4:56 am #

    Ciao Cicabu, anche da noi il tempo era soleggiato, non c’era vento e quindi poco freddo, speriamo che anche le previsioni per domani e dopo siano errate, danno freddo in arrivo…

  7. utente anonimo febbraio 28, 2004 a 8:00 am #

    buona giornata!!!!! claudio:-)))

  8. utente anonimo febbraio 28, 2004 a 9:03 am #

    Mon amour…un po’ giu’ da quanto leggo???? che ti capita? dilla a Nonna Papera….. le nonne hanno un rimedio per tutti i mali….. bacioni

  9. Gardenia febbraio 28, 2004 a 9:08 am #

    adoro Kavafis; bacio.

  10. 4lt4ir febbraio 28, 2004 a 9:18 am #

    Bacio Amica mia… scusa la mia assenza, ma ci sono sempre… – mutty

  11. lunadanzante febbraio 28, 2004 a 9:20 am #

    Il disegno sotto non lo sposo con quanto hai scritto…. mi dà l’impressione di essere un nastro leggero che danza nel vento, sì, forse il grigio potrebbero essere temporali, ma nel vento un temporale lo vivrei… calavcherei il suo cavallo veloce e non avrei paura…. Le finestre…. meno male che quelle di questi programmi funzionano !!!! A volte dopo aver goduto di codeste finestre, quelle reali mostrano un paesaggio più “umano” !!! Un bacione Cicabu !! Luna

  12. lorelei febbraio 28, 2004 a 9:41 am #

    Grande poeta, buon weekend Cica!

  13. maqrolldeibattelli febbraio 28, 2004 a 10:17 am #

    mi piace molto kavafis..un abbraccio cicabu

  14. ilmioblog febbraio 28, 2004 a 11:55 am #

    ho messo via…

  15. Gingynet febbraio 28, 2004 a 11:55 am #

    Bellissima e intensa.In questi giorni vedo me
    stessa in queste parole.Gingy

  16. giosiracconta febbraio 28, 2004 a 12:26 pm #

    Bella e piena di mistero questa poesie, come tutte le sue poesie del resto, hanno qualcosa di buio e macabro, ma ti prendono l’anima.
    bacioblu

  17. Oknicotina febbraio 28, 2004 a 12:37 pm #

    ^^

  18. Oknicotina febbraio 28, 2004 a 12:37 pm #

    ^^

  19. Oknicotina febbraio 28, 2004 a 12:37 pm #

    ^^

  20. Oknicotina febbraio 28, 2004 a 12:37 pm #

    ^^

  21. Oknicotina febbraio 28, 2004 a 12:37 pm #

    ^^

  22. Oknicotina febbraio 28, 2004 a 12:37 pm #

    ^^

  23. Oknicotina febbraio 28, 2004 a 12:37 pm #

    ^^

  24. Oknicotina febbraio 28, 2004 a 12:37 pm #

    ^^

  25. Oknicotina febbraio 28, 2004 a 12:37 pm #

    ^^

  26. Calibano febbraio 28, 2004 a 12:43 pm #

    Tra la nostra anima ed il nostro corpo ci sono tante piccole finestre… da li, se sono aperte, passano le emozioni, se sono socchiuse filtrano appena, solo l’amore le puo’ spalancare tutte assieme e di colpo, come una raffica di vento… per poi però, come vendetta, sbattertele in faccia rinchiudendoti pienamente…

  27. BaroneAgamennone febbraio 28, 2004 a 12:48 pm #

    Meglio una finestra aperta oggi che una tapparella abbassata domani? ^_^

  28. LuSomma febbraio 28, 2004 a 1:16 pm #

    Affettuosi saluti ,
    Luciano

  29. Flor febbraio 28, 2004 a 2:37 pm #

    Grazie Cicabu per la buonanotte! Il tuo augurio ha avuto effetto! Ho fatto un sogno bellissimo! Un bacio. Flor

  30. alidada febbraio 28, 2004 a 4:16 pm #

    Buon sabato pomeriggio Cicabu :-)) ..smack, Alidada che va a fare spesa 🙂

  31. AcquaChiara febbraio 28, 2004 a 10:09 pm #

    Cica… che farai staseraaaa? Buona domenica…smakkkk^_*

  32. colfavoredellenebbie febbraio 28, 2004 a 10:23 pm #

    ciao cicabu…ti saluto fra un fiocco e l’altro.

  33. Garrik febbraio 28, 2004 a 11:19 pm #

    E’ il rischio che si corre ogni volta che si apre gli occhi …..quello che ci viene mostrato…non sempre è quello che desideriamo Notte cicabu ^^ GRAZIA

  34. Lam febbraio 29, 2004 a 1:01 am #

    dal Fu Mattia Pascal “Mi è avvenuto più volte, svegliandomi nel cuor della notte (la notte, in questo caso, non dimostra veramente d’aver cuore), mi è avvenuto di provare al bujo, nel silenzio, una strana meraviglia, uno strano impaccio al ricordo di qualche cosa fatta durante il giorno, alla luce, senz’abbadarci; e ho domandato allora a me stesso se, a determinar le nostre azioni, non concorrano anche i colori, la vista delle cose circostanti, il vario frastuono della vita. Ma sì, senza dubbio; e chi sa quant’altre cose! Non viviamo noi, secondo il signor Anselmo, in relazione con l’universo? Ora sta a vedere quante sciocchezze questo maledetto universo ci fa commettere, di cui poi chiamiamo responsabile la misera coscienza nostra, tirata da forze esterne, abbagliata da una luce che è fuor di lei. E, all’incontro, quante deliberazioni prese, quanti disegni architettati, quanti espedienti macchinati durante la notte non appajono poi vani e non crollano e non sfumano alla luce del giorno? Com’altro è il giorno, altro la notte, così forse una cosa siamo noi di giorno, altra di notte: miserabilissima cosa, ahimè, così di notte come di giorno.
    So che, aprendo dopo quaranta giorni le finestre della mia camera, io non provai alcuna gioja nel riveder la luce. Il ricordo di ciò che avevo fatto in quei giorni al bujo me la offuscò orribilmente. Tutte le ragioni e le scuse e le persuasioni che in quel bujo avevano avuto il loro peso e il loro valore, non ne ebbero più alcuno, appena spalancate le finestre, o ne ebbero un altro al tutto opposto. “. Buona Notte Cica 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: