11 Mag

Se questa è una canzone con cui si può parlare
se in questa notte di maggio io ti penso ad ascoltare
certe piccole voci che a volte vanno al cuore
in questi momenti con l’aria che si muove
io conosco la mia vita e ho visto il mare
e ho visto l’amore da poterne parlare

Ma nelle notti di maggio non può bastare
la voce di una canzone per lasciarsi andare
amore su quel treno che è già un ritorno
amore senza rimpianto e senza confronto
che conosci la tua vita ma non hai visto il mare
e non hai l’amore per poterne parlare

Ma è una notte di maggio che ci si può aspettare di più
e se questa è una canzone con cui davvero si può parlare
in questa sera ferita da non lasciarsi andare
in questa notte da soli che non ci si può vedere
e non ci si può contare ma solo ricordare
io conosco la mia vita e ho visto il mare
e ho visto l’amore vicino da poterlo toccare

Ma nelle notti di maggio non può bastare
la voce di una canzone per lasciarsi andare
nelle notti come questa che ci si può aspettare
se non una canzone per farsi ricordare da te
per farsi ricordare da te.

(Ivano Fossati)

^^

 

Annunci

20 Risposte to “”

  1. poetando maggio 11, 2006 a 8:32 am #

    bellissima questa canzone. Ottima scelta cara Cica…
    Ti auguro una buona giornata.
    Un bacione ed un sorriso

  2. marzia maggio 11, 2006 a 8:46 am #

    Proprio due giorni fa leggevo un altro post su una canzone di Ivano…sai, Cica, io lo conosco poco perciò ti dico grazie!

  3. Damina maggio 11, 2006 a 6:49 pm #

    Un abbraccio grande ***

  4. colfavoredellenebbie maggio 11, 2006 a 11:27 pm #

    Ti lascio un saluto di maggio :))
    (tepore sul terrazzo e prime rose schiuse)

  5. Fiordipesco maggio 11, 2006 a 11:57 pm #

    Serena notte:-) Marina

  6. catsplinder maggio 12, 2006 a 12:04 am #

    Carmelo Bene
    monologo da “Nostra Signora dei Turchi”

    Ci sono cretini che hanno visto la Madonna e ci sono cretini che non hanno visto la Madonna.
    Io sono un cretino che la Madonna non l’ha vista mai.
    Tutto consiste in questo, vedere la Madonna o non vederla.
    San Giuseppe da Copertino, guardiano di porci, si faceva le ali frequentando la propria maldestrezza e le notti, in preghiera, si guadagnava gli altari della Vergine, a bocca aperta, volando.
    I cretini che vedono la Madonna hanno ali improvvise, sanno anche volare e riposare a terra come una piuma. I cretini che la Madonna non la vedono, non hanno le ali, negati al volo eppure volano lo stesso, e invece di posare ricadono come se un tale, avendo i piombi alle caviglie e volendo disfarsene, decide di tagliarsi i piedi e si trascina verso la salvezza, tra lo scherno dei guardiani, fidenti a ragione dell’emorragia imminente che lo fermerà. Ma quelli che vedono non vedono quello che vedono, quelli che volano sono essi stessi il volo. Chi vola non si sa.
    Un siffatto miracolo li annienta: più che vedere la Madonna, sono loro la Madonna che vedono. È l’estasi questa paradossale identità demenziale che svuota l’orante del suo soggetto e in cambio lo illude nella oggettivazione di sè, dentro un altro oggetto.
    Tutto quanto è diverso, è Dio.
    Se vuoi stringere sei tu l’amplesso, quando baci la bocca sei tu.
    Divina è l’illusione. Questo è un santo. Così è di tutti i santi, fondamentalmente impreparati, anzi negati. Gli altari muovono verso di loro, macchinati dall’ebetismo della loro psicosi o da forze telluriche equilibranti – ma questo è escluso -. È così che un santo perde se stesso, tramite l’idiozia incontrollata. Un altare comincia dove finisce la misura. Essere santi è perdere il controllo, rinunciare al peso, e il peso è organizzare la propria dimensione. Dove è passata una strega passerà una fata.
    Se…

  7. MrHeartbeat maggio 12, 2006 a 3:41 am #

    kiss kiss

  8. catsplinder maggio 12, 2006 a 10:26 am #

    BUONA GIORNATA


    cat

  9. lo_struzzo_nero maggio 12, 2006 a 11:17 am #

    buon week-end…

    bacio

  10. Flor maggio 12, 2006 a 11:53 am #

    Ma è una notte di maggio che ci si può aspettare di più
    e se questa è una canzone con cui davvero si può parlare
    in questa sera ferita da non lasciarsi andare
    in questa notte da soli che non ci si può vedere
    e non ci si può contare ma solo ricordare
    io conosco la mia vita e ho visto il mare
    e ho visto l’amore vicino da poterlo toccare…..

  11. laltrametadelcielo maggio 12, 2006 a 7:34 pm #

    anche in una notte di maggio si puo perdere il coraggio e anche se ho visto il mare senza poterlo toccare ho ripreso il coraggio e sulle rotaie mi sarei lasciata andare per amore e solo per amore son salita sul treno senza piu parole
    🙂 bacioni cica il mese di maggio e il mese che piu adoro in assoluto

  12. catsplinder maggio 13, 2006 a 12:50 am #


    io adoro questa canzone
    e pure Maggio
    il 31 mia mamma compie 81 anni
    ma ne dimostra 60
    ed è piu’ viva di me
    notte
    tony

  13. 4lt4ir maggio 13, 2006 a 6:33 am #

    Maggio x me è un mese fantastico:
    10 anni fa come fosse oggi alle 8 circa mia figlia fu gravemente investita, me l’ avevano data x morta…..
    In quell’ occasione uscì ripetutamente dal corpo, percorse il classico tunnel e parlò telepaticamente con un volto il quale l’ avvertiva di tutto ciò che le avrebbero fatto in ospedale prima ancora che accadesse….
    13 Maggio: rinascita di Sara, mia figlia…

    Mutty una madre fortunata.

  14. utente anonimo maggio 13, 2006 a 9:12 am #

    Bella questa canzone maggiolina.Gingy

  15. laltrametadelcielo maggio 13, 2006 a 1:12 pm #

    maggio sembra il mese della rinascita il mese del miracolo forse eprche lo chiamano il mese della madonna
    sai cica anchio come mutti coonfido in questo mese non importa il giorno per la rinascita di una persona meravigliosa

    ps
    e ora come sta il dito?

  16. Hyeronimus maggio 13, 2006 a 4:49 pm #

    Un testo significativo
    che parla dolcemente al cuore di chi legge.

  17. timeline maggio 13, 2006 a 9:38 pm #

    ogni volta che la sento mi vengono i brividi.

    un bacio

    Blue

  18. ZioNemo maggio 13, 2006 a 9:53 pm #

    l’augurio di una serena notte …
    Un sorriso con simpatia.
    Nemo

  19. alidada maggio 13, 2006 a 11:00 pm #

    le canzoni di Ivano Fossati sono stupende! Grazie Cica 🙂
    Buona domenica e buona festa della mamma,
    Alidada

  20. Stupidina maggio 16, 2006 a 1:20 pm #

    Davvero bella… non la conoscevo.

    Un abbraccio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: